Tathir al-garada: la Rivoluzione egiziana incontra la fantascienza
Fumetti · 10. giugno 2022
L’originalità dell’opera sta non solo nella tematica della rivoluzione egiziana che vuol essere qui ricordata all’infuori della nebbia che l’ha poi avvolta, ma anche nella struttura narrativa, sviluppata attraverso cinque viaggi nel tempo passato fatti dal protagonista. Il titolo del libro rimanda alla legge fisica dell’effetto farfalla: cambiando un evento del passato è possibile modificare la contemporaneità, con esiti più o meno disastrosi.

Adam e Mishmish alla scoperta dell'alfabeto arabo
Bambini · 16. maggio 2022
al-Huruf : un bel libro gioco di Al Salwa Book per insegnare le lettere dell’alfabeto arabo ai più piccoli.

From Palestine with Art
Eventi · 23. aprile 2022
La Palestina è presente tra gli Eventi Collaterali della Biennale di Venezia con la mostra “From Palestine With Art”. La mostra accoglie i visitatori con una ricca e diversificata proposta artistica: dipinti, sculture, fotografie, manufatti e preziosi abiti a testimoniare il fermento creativo della società palestinese dentro e fuori la Palestina.

WatWat spicca il volo: scoprite il progetto dedicato ai giovani sul fumetto
20. aprile 2022
In un colpo d’ali, scoprite con noi questo progetto promosso dal collettivo Samandal rivolto ai giovani under 18. Un’iniziativa che unisce ragazzi e grandi artisti nella realizzazione di fumetti, ora disponibili online sul sito web del progetto.

I migliori libri arabi per ragazz* secondo IBBY
Bambini · 10. marzo 2022
IBBY ogni due anni pubblica una lista di autori, illustratori e traduttori che si sono particolarmente distinti in tutto il mondo per la creazione di opere per l’infanzia, e da pochi giorni è stata pubblicata la Honour List 2022, con un buon numero di opere in arabo. Scopriamole insieme!

Conversazione con una delle penne di “Une révolte tunisienne”
Fumetti · 28. febbraio 2022
A poca distanza dall’uscita della graphic novel “Une révolution tunisienne” per la casa editrice Alifbata, vi proponiamo una chiacchierata con l’artista Seif Eddine Nachi. Ringraziamo Seif Eddine per la sua disponibilità, la sua schiettezza e il suo umorismo: la sua visione del fumetto ha offerto moltissimi spunti interessanti e dipinge un quadro del fumetto tunisino (e arabo) in divenire. Nessuna strada è chiusa, ma molte sono aperte al momento.

Memorie di una gallina, memorie di Palestina
Letteratura araba · 22. febbraio 2022
Memorie di una gallina: un romanzo allegorico in cui una saggia gallina ci racconta i cambiamenti in atto in Palestina nel periodo storico che precede la nakba. Attraverso la traduzione in italiano di Patrizia Zanelli e al suo lavoro di ricerca scopriamo la figura di Ishaq Musa al-Husayn, promotore della prima Fiera del Libro a Gerusalemme nel 1946.

"Quando vedi una persona bella dentro, ti sembra bella anche fuori"
Bambini · 14. febbraio 2022
Di questo libro vi dobbiamo assolutamente parlare. Miranda è una ragazza di 14 anni coinvolta nel mondo della bellezza con sua madre che la spinge a diventare la prossima Miss Egitto. La sua vita è scandita da sfilate, riprese fotografiche e concorsi di bellezza vari. Ma è veramente questo ciò che vuole Miranda?

La Palestina raccontata da al-Barghuthi
Letteratura araba · 07. febbraio 2022
Ci si può definire palestinese senza ricordarsi più le strade che portano alla propria città? Ci si può definire palestinese sebbene non si abbia nemmeno un lontano e vago ricordo della propria terra? In questa sua seconda opera autobiografica, Sono nato lì. Sono nato qui – tradotta in italiano da Erica Preti e pubblicata nel 2021 da Edizioni Q – lo scrittore e poeta palestinese ci racconta uno dei numerosi viaggi di ritorno nella sua terra, questa volta insieme a suo figlio.

L'arte senza di tempo del fumettista egiziano Ahmed Higazy
Fumetti · 01. febbraio 2022
Il successo dei fumetti e dei loro personaggi sta, molto spesso, nella loro atemporalità. Ahmed Higazy (1936-2011), rappresenta uno dei padri dell’illustrazione egiziana a fumetto. La serie Thnablet el-sibian è apparsa per la prima volta nella rivista Samir nel 1966 e per molto tempo ha fatto parte dell’infanzia di generazioni di egiziani.

Mostra altro