Alla scoperta dei vincitori della decima edizione del premio "Etisalat"

Il premio "Etisalat" per la letteratura araba dell'infanzia, istituito nel 2009 dalla Arab Children's Book Publisher's Forum, è uno dei più importanti in questo settore. Il premio è diviso in diverse categorie e i vincitori sono annunciati in occasione della Fiera internazionale del Libro di Sharjah che quest'anno si è tenuta ai primi di novembre. Il premio ha lo scopo di incoraggiare lo sviluppo della letteratura araba per bambini ed adolescenti, nonché dare voce e spazio ai suoi scrittori, editori ed illustratori. Il suo motto è: "Tanmiyyatan li-khiyalihim wa da'aman li-'ahlamihim" (Per il nutrimento della loro immaginazione e il sostegno dei loro sogni).

 

Ecco i cinque libri vincitori della decima edizione!

 

 

Vediamoli nel dettaglio!

 

 

Per la categoria Kitab al-'am li-l-yafi'in, libro dell'anno per ragazzi, ha vinto "Hikaya sir al-zayt" (Storia del segreto dell'olio di oliva), che lo scrittore palestinese Walid Daqqa ha scritto durante la sua prigionia che è durata fino al 1986. Questo è il suo primo libro per ragazzi e rientra nella categoria della "letteratura di prigionia". Il libro racconta la storia di un bambino dodicenne di nome Jude che grazie ai poteri magici dell'olio di un ulivo riesce a far visita a suo padre in carcere diventando invisibile. 

 

 

Pubblicato da Tamer Institute For Community Education (Palestina). 

 

 

Il premio della categoria Kitab al-'am li-l-tifl, libro dell'anno per bambini, è stato vinto, invece, dalla scrittrice Aisha al-Harthi grazie al suo libro "al-Hanin" (La nostalgia), con le illustrazioni di Hassan Manasrah. La storia parla della difficile esperienza di vivere lontano dalla propria patria attraverso il protagonista Hasan, il quale, dopo aver lasciato il suo paese, decide di tornare in preda alla nostalgia di casa. 

 

Pubblicato da Dar al-Alam al-Arabi (Emirati Arabi Uniti). 

 

Il premio 'Afdal 'akhraj, miglior produzione, è andato al libro "Kuzi" (Cozy), scritto da Anastasia Qarawani, con le illustrazioni di Maja Kastelic. Questo libro esplora la tragica esperienza di ogni essere umano nel momento della perdita di un famigliare o di un animale domestico. In particolare, il protagonista di questa storia è un bambino che cerca di superare la tristezza per la perdita improvvisa della sua gatta Cozy.

 

Pubblicato da Salwa Books (Giordania).

 

Il penultimo premio, riservato alla migliore illustrazione, quest'anno è stato vinto dal libro "Fakkir bi-ghayrika" (Pensa agli altri), poesia del grande poeta palestinese Mahmoud Darwish, con i disegni dell'illustratrice egiziana Sahar Abdallah. Lo scopo di questo libro, unico nel suo genere, è quello di far conoscere ai più piccoli uno dei poeti arabi più importanti e veicolare il messaggio dell'altruismo e dell'empatia.

 

Pubblicato dalla casa editrice Tanmia (Egitto).

 

 

 

 

 

Infine, il premio 'Afdal qissah, migliore storia, è stato vinto dal libro "Mama, bintu saffiy" (Mamma, la mia compagna di classe) scritto da Lubna Taha, con le illustrazioni di Maya Fidawi. Il libro narra la storia della piccola Nurah che si ritrova a scuola con sua mamma 'Abir, la quale ha deciso di unirsi alla classe della figlia per migliorare il suo livello di inglese.

 

Pubblicato da Salwa Books (Giordania).

 

Qualche considerazione su questa decima edizione che porta con sé delle conferme come il meraviglioso lavoro dell'illustratore Hassan Manasrah e delle illustratrici Sahar Abdallah e Maya Fidawi, che sono molto conosciuti nel panorama letterario arabo per ragazzi. Tuttavia, dobbiamo sottolineare anche alcune novità come l'illustratrice slovacca Maja Kastelic e la scrittrice/illustratrice palestinese Lubna Taha. Inoltre, in questa decima edizione fanno capolino alcune case editrici come Tanmia, mentre gli altri editori si rinnovano realizzando lavori di grande qualità andando a toccare tematiche spesso considerate tabù, come il concetto di "finitudine", rappresentato dal libro Cozy. Si può così percepire un cambiamento nella letteratura per bambini e ragazzi che da normativa diventa esperienziale: l'obiettivo non è quello di veicolare un messaggio ma portare i più piccoli a vivere delle esperienze attraverso la lettura.

 

Per saperne di più sul premio "Etisalat" visitate il sito http://etisalataward.ae/en/home.aspx e la pagina Facebook https://www.facebook.com/EtisalatAward/.

 

 

di Beatrice Morlacchi

Scrivi commento

Commenti: 0